Chi siamo

06/27/11 23:33:24  •  Stampa questa pagina

Storia | La nostra giornata | Contatti | Donazioni | Gruppi all'estero

Siamo un gruppo di evangelizzazione composto da una settantina di persone provenienti da diverse nazioni e da svariate esperienze di vita.  Inizialmente giovani e poco preparati, il nostro obiettivo è sempre stato quello di “imparare lavorando”, convinti che l’esperienza e l'impegno siano essenziali nella formazione personale. 

La nostra visione è di raggiungere con il Vangelo il signor “Chiunque.” A tale scopo preserviamo uno stile di vita itinerante, cambiando località, di media, ogni quattro mesi.  Ogni anno Dio manda nuovi discepoli, che si uniscono a noi per imparare e aiutare; alcuni restano per poco tempo, altri a lungo termine; qualcuno viene indirizzato all’estero o in comunità o in altre opere. 

In ogni luogo operiamo come estensione della chiesa locale, convinti che non dobbiamo “aprire” nuove sale di culto, ma “riempire” quelle già esistenti.

Crediamo che l’amore non si limiti alle parole, ma va vissuto con atti pratici: quando occorre diventiamo anche un centro di accoglienza.  Ciò significa ospitare spesso chi vive in difficoltà spirituali, economiche e/o comportamentali, e non di rado questi “ospiti temporanei” si integrano nell’opera, aiutando altri a uscire da situazioni simili alle loro.  L’accoglienza e il discepolato sono i meccanismi fondamentali della nostra crescita. Ognuno di noi ha vagato, un tempo, senza meta ma, essendo stati accolti, lavati e cibati, siamo maturati, così da poter accogliere altri.

Non ci sono barriere sociali o politiche nel regno di Dio. Abbiamo il piacere di vivere questa realtà quotidianamente, provenendo noi stessi da ogni passato immaginabile: dal malvivente all’operaio, dal vagabondo al dirigente, dal travestito al figlio di credenti.  Tra noi contiamo ingegneri, artisti, casalinghe, musicisti, militari, artigiani, fabbri e insegnanti, rappresentando ben undici nazioni e una vasta diversità di culture. Spesso l’esperienza di fede e l’obiettivo del Vangelo sono le uniche motivazioni comuni.  Non sempre è facile vivere le differenze, ma proprio queste ci permettono di raggiungere le più lontane e improbabili sfere sociali.           

“Cristo è la Risposta” è nata, e continua a operare, come un gruppo di volontari. Ognuno ha scelto di rinunciare alla vita e alle comodità quotidiane, per contribuire al lavoro dell’evangelizzazione.  Né la missione, né i singoli membri, vengono finanziati regolarmente, ma tutti noi viviamo per fede senza chiederci: "Che mangeremo? Che berremo? Di che ci vestiremo?" 

Anno dopo anno, la grazia di Dio si è mostrata sufficiente: mai nella completa povertà, mai nell’eccessiva abbondanza. Per quanto possibile, cerchiamo di ridurre al minimo le spese personali, così da poter utilizzare al massimo ciò che viene donato da amici, stranieri, chiese e individui, per l’avanzamento del regno.  I frutti non si misurano facilmente ma, guardando agli anni precedenti, valutiamo l’impegno e siamo stimolati alla perseveranza.

Nel 2010 ci è stato possibile:

  • Regalare personalmente centinaia di calendari.
  • Distribuire 200.000 trattati.
  • Presentare 80 cortei per trimestre, coprendo un raggio di 50 km.
  • Parlare a tu per tu con circa 4.000 persone.
  • Discepolare 10 nuovi operai.
  • Organizzare 350 riunioni di preghiera, insegnamenti e culti di lode.
  • Preparare concerti nelle piazze, incontri nelle scuole e visite negli ospedali.
  • Inviare un periodico missionario ogni trimestre (8.000 copie)*

Per ciò che riguarda la nostra struttura, operiamo basandoci sul principio biblico che siamo soldati (2Timoteo 2:3-4) impegnati in una guerra (Efesini 6:13). Per questo siamo organizzati come un esercito: vi sono quattro gruppi di lavoro, ciascuno diretto da un responsabile e un aiutante. Questo serve a organizzare i diversi compiti giornalieri. I responsabili si prendono cura dei vari problemi che si presentano vivendo insieme come una famiglia. Ogni gruppo, a rotazione, attende ai vari servizi: guardia, cucina, biancheria, manutenzione, ecc.

Desideriamo usare ogni talento e capacità per la gloria di Dio e per l'avanzamento del Suo regno. Perciò ciascuno di noi è incoraggiato a sviluppare attività adatte al proprio talento, che vengono gestite individualmente, ma a beneficio comune. Inoltre, il bagaglio delle conoscenze artistiche, professionali e lavorative che ci portiamo dietro, trova nuove applicazioni nell'ambito della missione e delle evangelizzazioni.

La vita comunitaria ci permette di esercitare i frutti dello Spirito:
amore, gioia, pace, pazienza, gentilezza, bontà, fede, mansuetudine, autocontrollo. Mancando di questi, risentiamo fortemente delle conseguenze, che si traducono in egoismo, calunnie, orgoglio, intemperanza, ingratitudine, ingiustizie, malizia, maldicenze, contese. Di una cosa siamo comunque sinceramente convinti: sono le sofferenze che ci spingono a ricercare la presenza di Dio nel nostro mezzo!